Perché Monti piace?

Posted on 14. dic, 2011 by in Blog

Oggi Caterpillar chiedeva agli ascoltatori di votare il secondo italiano dell’anno, essendo il primo Napolitano. Ha stravinto Monti. Così i conduttori, come prima di loro hanno fatto alcuni politici e altri conduttori (televisivi) hanno ironizzato: “ma vi fa pagare le tasse e vi piace?”. Nessuno si pone la domanda che segue: Perché piace malgrado ciò?

Io direi: perché ha il coraggio di fare ciò che tutti sappiamo andava e va fatto: riforme serie. Certo, potrebbe fare la patrimoniale, colpire di più l’evasione e via dicendo, ma niente di ciò sarebbe strutturale. Invece, ha messo mano a una struttura, le pensioni, che ci sta lentamente affossando. Sta affrontando il nodo dei salari e delle gabbie, questioni che un paese serio dovrebbe discutere seriamente. Monti, nel bene e nel male, ci sta facendo crescere intellettualmente. E questo agli italiani piace. Almeno a quelli lungimiranti. Anche se, come me, non matureranno i 40 anni di lavoro.

Related posts:

  1. Monti, politica e anti politica
  2. Il Presidente sovrano illuminato e il Governo Monti

2 Responses to “Perché Monti piace?”

  1. Giuseppe Mirabella 31 dicembre 2011 at 00:47 #

    Volendo condensare il clima che si respira attualmente lo slogan giusto sarebbe: “meglio un ‘papi’ oggi, che un ‘draconiano’ domani”: ad essere estemporanei. Col senno di poi, fidarsi ciecamente della primapagina de ‘il manifesto’(M O N T E N T R U P P E N)… e in seconda battuta (sempre se la vita è una partita di tennis?! ma non mi sembra!) dell’editoriale di Beppe Del Colle di ‘Famiglia Cristiana’ – cazzuto baluardo interno,{ma che dico?! intrinseco alla luce del sole, ADISTA è “per addetti ai lavori – sempre se il sacrificio di N.S.G.Cristo è una occupazione da erogazione liberale (mah!!!)} alla Chiesa di Roma.

    Viva Fidel!!!

  2. Aldy 2 febbraio 2012 at 09:39 #

    Me lo riocrdo anche io come andavano le gare quando Jarno ha esordito nel ’97. E riocrdo che in molti non vedevano il traguardo. La questione dei ritiri l’ho notata anche io da molto tempo, e il motivo è principalmente che non c’è più l’estremizzazione delle vetture. I motori soprattutto ormai sono identici a sé stessi da anni, per cui il livello di affidabilità raggiunto è quasi totale.


Lascia il tuo commento